Il sesso cura grazie alle connessioni fra i sistemi corporei

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaE-mail

porno sesso amatoriale

La stretta connessione esistente fra i sistemi organici è stata in parte chiarita dalla PNEI (psiconeuroendocrinoimmunologia). È facile, quindi, immaginare come le sostanze chimiche, ormoni e neurotrasmettitori, liberate durante un rapporto sessuale, possano indurre modificazioni nell'organismo.

 

Fare sesso sollecitando punti particolari del corpo può modulare la percezione delle sensazioni e neutralizzare alcuni disturbi organici. Inoltre, l'esperienza del piacere determina una riduzione della reattività surrenalica, collegata alle reazioni di stress, cioè 'di attacco o fuga', con induzione dell'aumento dei livelli di cortisolo e implementazione della reattività del sistema immunitario.

 

Grazie alle discipline orientali, sappiamo che l'organismo è formato da una parte somatica e da una energetica, egualmente importanti; molte delle pratiche di tradizione millenaria qui descritte hanno la funzione di stimolare adeguatamente l'assetto energetico globale dell'organismo e, più specificamente, degli organi.

 

Sconsigliamo profondamente a chiunque leggerà questo blog di mettere in atto le metodiche illustrate senza coinvolgere il partner, che potrebbe non essere ancora pronto a 'sperimentare' questo tipo di pratiche sessuali a scopo curativo.

 

Un consiglio: non forzatelo! Ciò che più conta in una relazione a due è il rispetto dei tempi dell'altro. Nella coppia è importante sapersi aspettare e accompagnare a vicenda. Questo vale non solo per il sesso, ma per tutte le interconnessioni che nascono in un rapporto di coppia.

Questo contenuto è stato archiviato. Non è più possibile inviare commenti.

Banner