Gioco erotico con il pene

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaE-mail

fighe spanate porche

Gioco erotico: ritorno alle caverne. Anche se pare incredibile, una volta non avevamo né elettricità né gas, e accendini e fiammiferi non si immaginavano neppure.

 

Per ottenere il fuoco, i nostri antenati sfregavano i legnetti l'uno contro l'altro. Che cosa hai in mano stanotte che ti ricorda un legnetto? Andiamo a caccia di fuoco, allora! Sostieni il pene tra le tue mani e sfrega, prima dolcemente, poi aumentando la pressione.

 

Non dimenticare di fermarti quando sei riuscita a fargli avere un' erezione: in caso contrario potresti provocargli una sensazione spiacevole, vale a dire tutto il contrario di quello che desideri.

 

Gioco erotico:  gira che ti rigira. Ho degli amici gay dai quali ho ricevuto ottimi consigli. Ne ricordo in particolare uno che ho già messo in pratica in varie occasioni: se vuoi che il tuo uomo vada in estasi, non esitare a seguirlo anche tu.

 

Mettetevi comodi: lui seduto su una sedia con le cosce bene aperte e tu, su un cuscino imbottito, sul pavimento. Il tuo viso deve trovarsi  all'altezza del pene.

 

Sostienigli il pene con la mano, tenendo il pollice in basso. Gira il pene con le dita e fai scivolare la mano verso l'alto girandola lentamente fino a giungere alla punta. Poi lascia il pene e fai scivolare la mano sopra la punta del pene.

 

Ripeti l'esercizio in senso contrario. Continua con questi movimenti finché lui riesce a sopportarlo. Senza dubbio, il trucco sta nel fatto che la tua pelle non smetta mai di stare a contatto con la sua, in modo che alla fine lui perda la nozione di dove inizi il suo pene e dove finisca la tua mano. Il sesso è più bello con i giochi erotici, non trovi?

Questo contenuto è stato archiviato. Non è più possibile inviare commenti.