Come eccitare una donna

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaE-mail

figa eccitata

Adesso vediamo come riuscire ad eccitare sessualmente una donna. Hai già capito di che cosa stiamo parlando e come cercarlo, ma come ti ho detto all'inizio, la teoria senza la pratica non vale niente.

 

Va benissimo sapere che esiste il punto G, che ci sono donne che eiaculano, che tutte hanno una clitoride e dove si trova la vagina. Ma se non suoni questi strumenti con una buona partitura, non otterrai mai un concerto.

 

Prima di tutto, non avere fretta: lei non deve pensare che l'impazienza ti consumi o che ciò che fai sia solo un semplice tramite per farla contenta o per prepararla perché dopo faccia godere meglio te. Non se ne parla nemmeno: sei disposto a dedicarle tutto il tempo del mondo perché masturbarla o farle il cunnilingus eccita anche te.

 

Alle donne, e lo dico per esperienza, piacciono i preliminari. Sentire la temperatura che sale progressivamente ci dà già piacere, il titillamento delle nostre parti intime è l'anticamera del godimento che ci attende ... però già ce lo fa provare! Per non parlare del fatto che sentiamo abbastanza male quando ci fanno qualcosa di brusco se non siamo ancora eccitate.

 

Da cosa capisci che la tua partner è eccitata? Forse pensi che l'ideale sarebbe che lei te lo dicesse, ma potresti infrangere l'armonia del momento, te l'assicuro. Lei sta avanzando sul cammino verso il paradiso sessuale: non la interrompere. Alcuni indizi: le labbra sono gonfie, la clitoride eretta e la vagina aperta.

 

Non ti fare ingannare: se vedi che ha le mutandine bagnate, non è detto che sia già pronta. In alcuni casi sì, ma in altri può trattarsi della normale secrezione femminile.

Per ora fermiamoci qui, nel prossimo articolo ti dirò come eccitare la tua donna al massimo con tanto di esempi.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Banner