Come eccitarla con baci e carezze

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaE-mail

casalinghe eccitate con baci e carezze

Come eccitarla al massimo? Esistono tanti modi, e tutti molto normali: baciare e accarezzare. Non commettere il tipico errore maschile; non pensare di dover baciare solo i seni, baciarle con forza la bocca fino a toglierle il respiro o toglierle subito le mutandine per infilarle direttamente le mani nella vagina. No!

 

Baci e ancora baci. Sapevi che i bacetti sono deliziosi se li dai bene? Devi darne tanti e «piccoli». Inizia con baci da passerotto, con la bocca chiusa, su tutto il viso e sulla nuca. Al principio lei sarà un po' tesa, ma poco a poco si rilasserà.

 

Quando vedi che socchiude la bocca e inizia a cercare la tua, passa a baci più grandi. Tira fuori la lingua: inizia a baciarla in modo sempre più profondo, senza prendere fiato: lei cercherà di succhiarti! Sembrerà che voglia trattenerti lì, ma tu sai che devi andare più lontano.

 

Giochi di lingua. Inizia a leccarla dolcemente, come in modo disattento o timido. Le labbra, il collo, la nuca. Sapevi che il collo è incredibilmente sensibile? Non smettere di accarezzarne la parte posteriore mentre le baci il viso, e non dimenticarti di baciarla sotto le orecchie. Fermati lì in modo che senta il tuo respiro e i piccoli gemiti che già ti sfuggono: la ecciterà ancora di più.

 

Petto in fuori! I seni, nonostante ciò che molti hanno pensato nel corso della storia, non stanno lì solo per bellezza o per allattare i bambini. Sono eretti davanti a te, pronti alla guerra. Non li senti? Non fare l'animale: non ti venga in mente di morderli con forza. Le mammelle sono molto sensibili e vogliono che tu le tratti bene. Accarezzale con il palmo della mano dall'alto in basso, succhiale in modo sempre più intenso ... Evita un altro errore tipicamente maschile: non concentrarti solo sui seni.

 

Ad esempio, alla tua partner piacerà anche che tu le accarezzi la parte che unisce i seni al corpo o che cerchi di prenderli tra le mani o di metterli in bocca, come se te li volessi mangiare. Ti suggerisco di compiere prima tutte queste «manovre di avvicinamento» quando lei ha ancora i vestiti addosso. Poi, un po' per volta, toglile gli indumenti: maglione, camicia, reggiseno ... Quanto ti devi trattenere nell'emisfero nord? Dipende dalla tua partner: fin quando non identifichi segni di eccitazione, cambiamenti nella respirazione e gemiti, finché non vedi che si contorce nel letto come se migliaia di formiche le camminassero addosso ... o fin quando non prenderà direttamente le tue mani e le metterà sulle sue parti intime, obbligandoti a toccarle, o finché non aprirà le gambe trascinandoti verso di lei.

 

Ci sono donne ancora più dirette, che quando si sentono molto eccitate ti rovesciano sul letto, ti salgono sopra con le gambe divaricate e cercano di farsi penetrare, anche se sono ancora vestite. Wow! Non lasciare che tutta questa energia e questo desiderio di fare sesso vadano sprecati.

 

È bene avanzare verso l'emisfero sud al momento opportuno, quindi fa' attenzione: se ti avvicini prima del tempo, può sentire dolore o sembrarle violento, ma se tardi troppo potrebbe passarle la voglia perché si annoia.

Se farai le cose senza fretta e al momento giusto riuscirai ad eccitare la tua donna al massimo e, come premio, riceverai un rapporto sessuale esplosivo!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Banner