Orgasmo!

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaE-mail

orgasmi femminili multipli

Perché raggiungiamo l'orgasmo?

Bella domanda ... So che cosa stai pensando: «Non m'interessa il perché, ma il come», vero? In ogni caso, non fa male saperlo.

 

Andiamo avanti: qualsiasi dizionario ti spiegherà che l'orgasmo è il culmine dell'eccitazione sessuale che senti nelle zone erogene e nei genitali. Approfondendo un po', ti dirò che tale perfezione del piacere è diversa tra te e il tuo uomo.

 

Mentre l'obiettivo dell'orgasmo maschile (emettere spermatozoi per il concepimento) è perfettamente definito, il tuo rimane un po' più alla mercé delle ambiguità (noi donne possiamo rimanere incinte senza avere un orgasmo). E allora, perché raggiungiamo questo punto culminante? Alcuni studi in merito suggeriscono due motivi.

 

  1. Facilita il concepimento. Con l'orgasmo, le pareti vaginali si contraggono ritmicamente per favorire la salita del seme attraverso il collo dell'utero. Inoltre, il collo dell'utero si abbassa e assorbe delicatamente lo sperma che trova durante l'orgasmo.
  2. È una ricompensa, perché la responsabilità di avere dei figli e occuparsi di loro può toglierci il desiderio sessuale. Questa teoria è sostenuta dalla presenza della clitoride, che non serve a procreare e la cui esistenza ha lo scopo di darci piacere. Ringraziamola mille volte per questo.

 

La nostra sessualità è più completa di quella degli uomini. Il nostro desiderio si accende più con l'immaginazione e i sentimenti che con gli impulsi fisici. Parlando in generale, posso dirti che hai un orgasmo quando, mentre fai l'amore, noti una serie di convulsioni ritmiche nella vagina, accompagnate da contrazioni nell'utero (che implicano che il suo collo si apra per favorire il passaggio del seme).

 

Come vedi, la spiegazione teorica è più lunga della durata dell'orgasmo in pratica, visto che dura dai tre ai quindici secondi. È breve, ma molto intenso. Una volta sentite queste spiegazioni generali, dimenticale (o almeno non prenderle troppo sul serio), visto che ognuna di noi è un mondo a sé e, di conseguenza, anche i nostri orgasmi sono differenti.

 

Ti chiedi se hai raggiunto l'orgasmo quella notte che sei stata con Tizio o Caio? Se ne dubiti, può darsi che tu non lo abbia raggiunto. Ricordati che esistono molti punti erogeni che ti danno sensazioni piacevoli senza che tu raggiunga necessariamente l'orgasmo.

 

Arrivati a questo punto, un consiglio: non farti ossessionare dall'idea di raggiungere l'orgasmo, altrimenti otterrai solo di divertirti di meno durante i rapporti sessuali e addirittura di rimanere frustrata quando non si verifica. Concentrati sul fatto di passare un bel po' di tempo senza pensare all'orgasmo come meta. Ah, e non dimenticare quello che ti ho consigliato altre volte in questo blog: togliti dalla mente il riserbo e i pregiudizi e cerca di conoscere il tuo corpo per goderne al massimo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

manga porno